Studiopiù Sicilia

22

Nov

Cefalù, nasce “la via dei Presepi”: visiterà venticinque comuni delle Madonie

Sarà una via dei Presepi che percorrerà e visiterà i venticinque comuni della diocesi cefaludense. E’ “la via dei presepi” che sarà inaugurata a Cefalù nel giorno in cui si festeggia la sua patrona: l’Immacolata. A volerla è stato il vescovo Giuseppe Marciante che ha voluto aprire le chiese del centro storico cefaludese per ospitarvi quest’anno dei presepi e trasformare così a Natale la cittadina normanna in una vera e propria città del presepi. La Diocesi porta avanti l’iniziativa in collaborazione con la Pro Loco cefaludese che da alcuni anni ha intrapreso un percorso di tutela e valorizzazione delle tradizioni popolari cefaludesi ed in particolare proprio quella del presepe. E’ nato così il progetto “La via dei presepi” che è stato presentato nella serata di ieri domenica, presso la chiesa auditorium dell’Annunziata di corso Ruggero a Cefalù. Per l’occasione a fare gli onori di casa il pro vicario generale della diocesi cefaludese, don Giuseppe Licciardi, e il presidente della Pro Loco, Roberta Muffoletto. L’iniziativa avrà il patrocinio del comune di Cefalù e vedrà la collaborazione dell’IISS “Jacopo del Duca Diego Bianca Amato” guidato dal dirigente scolastico Francesco Di Majo.

Saranno 23 i presepi che troveranno spazio tra le strade cefaludesi. Saranno dislocati presso il chiostro di san Pasquale, la parrocchia di san Francesco, le chiese di santa Maria al Borgo,  san Giuseppe, Catena, Annunziata, Santo Stefano, e poi ancora presso il Convento san Domenico, il vicolo Neglia, la via Francavilla, il circolo Unione, il museo dei pupi siciliani, l’ottagono di santa Caterina, il museo Mandralisca, il Collegio di Maria, la parrocchia Itria, la Basilica Cattedrale, la parrocchia Ss. Salvatore alla Torre, la parrocchia Spirito Santo, la parrocchia Sant’Agata. Due presepi, infine, saranno allestiti presso l’Episcopio. 

Assai simbolica e particolare la mostra di presepi che sarà allestita presso la chiesa dell’Annunziata di corso Ruggero che ha voluto lo stesso vescovo Giuseppe. Il Presule, infatti, per creare sinergia fra i 25 comuni che fanno parte della diocesi ha chiesto ai diversi sindaci di partecipare a questa mostra con un proprio presepe che starà a rappresentare il comune. Hanno aderito un po’ tutti i primi cittadini. Lo spazio espositivo sarà così occasione di incontro fra le diverse comunità della diocesi ma anche luogo dal quale ogni paese potrà far conoscere la propria realtà culturale fatta di tradizioni e, soprattutto, tante opere d’arte. La via dei presepi che nasce a Cefalù diventa così una strada che visiterà tutti i comuni della Diocesi. E proprio per iniziare a far conoscere le tante realtà artistiche, presenti nei diversi comuni della chiesa cefaludense, “la via dei presepi” ha scelto a simbolo dell’iniziativa la Natività del Gagini (nella foto) che si conserva nella chiesa madre di Pollina. 

 

 

 

 

Fonte: www.cefalunews.org