Studiopiù Sicilia

09

Ott

Cefalù: quattro docenti in Grecia per portare nella scuola tecnologia e competitività

Si è svolto con grande successo dal 26 settembre al 2 ottobre 2018 a Kavala (Grecia) il terzo incontro del partenariato STEM FOR ALL del programma Erasmus+ KA2 LTT “Innovative Curriculum at the pedagogy in STEM disciplines”, occasione di incontro e scambio tra docenti della Grecia, nazione ospitante, della Turchia, responsabile di tutto il progetto comprendente diversi incontri di formazione, della Svezia, del Portogallo, della Romania e dell’Italia.

L’I.I.S.S. “Del Duca Bianca Amato” di Cefalù – Dirigente scolastico e Rappresentante legale: dott. Francesco Di Majo; Direttore dei servizi generali amministrativi Sig.ra Maria Giuseppa Cirincione – ha aderito al progetto, ne ha seguito l’iter e gli incontri precedenti ed è stato presente ai lavori di Kavala con quattro insegnanti, i proff. Ferrante Gaetano, docente di matematica, e Mogavero Maria, docente di chimica, del plesso Artistico, il prof. Restivo Vincenzo, docente di matematica, del Liceo Scientifico di Campofelice e la prof.ssa Liberto Giovanna, docente di lettere, del plesso tecnico. A coordinare i progetti il prof. Gianni Catanese. 

Il progetto europeo STEM (acronimo inglese di Science, Technology, Engineering e Mathematics) è volto a incrementare l’uso delle tecnologie nell’insegnamento con lo scopo di innalzare il livello di competitività in campo scientifico e tecnologico. Il progetto si propone di diffondere l’insegnamento scientifico e tecnologico puntando anche al superamento delle differenze di genere e al coinvolgimento di un numero sempre maggiore di donne nell’area dell’insegnamento scientifico.

Nel corso della settimana ogni scuola partner ha presentato esempi di curricoli campione e gli “alberi dei problemi”, tramite l’utilizzo di web tool, per focalizzare l’attenzione sui problemi reali emersi dall’insegnamento delle discipline scientifiche. Inoltre ogni squadra partner ha preparato una proposta di lezione STEAM: in particolare il team italiano ha proposto una lezione incentrata sui sistemi e la scuola greca un esempio di lezione che consenta di includere alunni svantaggiati nell’educazione STE(A)M, infatti l’acronimo nel corso degli anni si è arricchito di una “A”, ad indicare l’aggiunta delle discipline artistiche. 

 

Fonte: www.cefalunews.org