Studiopiù Sicilia

04

Nov

5 spumanti siciliani tra i migliori del mondo: i vincitori della Champagne & Sparkling Wine

Si tratta del concorso di spumanti più prestigioso e rigoroso di tutto il Pianeta.

Torniamo a parlare di eccellenza siciliana, con tanti nuovi premi che mettono in evidenza, ancora una volta, la qualità del vino di Sicilia. Stavolta il verdetto arriva dalla Champagne & Sparkling Wine World Championships 2021 (CSWWC), la più prestigiosa competizione mondiale dedicata a champagne, spumanti e vini frizzanti. 

Ben 5 spumanti siciliani si sono aggiudicati un posto tra i migliori. Proprio un’azienda della Sicilia, G. Milazzo di Campobello di Licata, è seconda in Italia, con 5 medaglie d’Oro e 12 medaglie d’Argento. Un risultato che la pone seconda dietro Ferrari, prima in assoluta con 12 medaglie d’Oro.

Questa edizione del CSWWC ha assegnato ben 139 medaglie d’Oro e 268 d’Argento, a vini provenienti da 19 Paesi. La competizione era molto accesa, considerato che sono stati 1.000 i campioni presentati. Sappiate, inoltre, che l’Italia ha battuto la Francia, con 58 Ori e 128 Argenti (contr0, rispettivamente, 52 e 50). Ma quali sono gli spumanti siciliani premiati tra i migliori al mondo? Ecco l’elenco completo.

  • Federico II 2015 Brut;
  • Milazzo Nature Brut;
  • Terre della Baronia Gran Cuvée Brut;
  • Federico II 2011 Brut;
  • Federico II 2010 Brut.

Come abbiamo anticipato, la cantina siciliana ha conquistato anche 11 medaglie d’Argento. Si piazza, così, al secondo posto tra le italiane, dietro soltanto a Ferrari. L’azienda Milazzo dei coniugi Milazzo-Lo Leggio, ha iniziato a produrre spumanti nel 1974. «Un successo che ci rende tanto felici – ha detto Giuseppina Milazzo – In quanto ancora una volta i nostri vini, questa volta gli spumanti, dimostrano di poter competere alla pari con i più blasonati spumanti e addirittura champagne». 

«Altro motivo di orgoglio – aggiunge Saverio Lo Leggio – è avere dimostrato che la Sicilia anche negli spumanti è capace di raggiungere vette che altri non pensavano essere alla nostra portata. Un motivo in più per spronarci a lavorare sempre meglio, continuando a rispettare il nostro fantastico territorio che da anni coltiviamo in biologico e con vari sistemi di sostenibilità ambientale».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte: siciliafan.it