Studiopiù Sicilia

10

Mag

Arriva la "Luna dei Fiori" con tanto di eclissi: quando e come possiamo ammirarla

Il cielo ci regalerà due spettacoli lunari in una sola notte: la Luna piena di maggio porta con se anche l'eclissi totale. Per vederla però dovremo fare qualche piccolo "sacrificio"...

Spettacolo in arrivo nel cielo di maggio. L'atteso appuntamento con la Luna piena di maggio, detta anche Luna dei Fiori, quest'anno ci regalerà un evento imperdibile, soprattutto per gli appassionati del firmamento: l'eclissi totale di Luna.

Il satellite verrà dunque completamente oscurato dal disco solare. L'evento si verificherà la notte fra il 15 e il 16 maggio. A differenza dell’eclissi solare, quella lunare non prevede l’utilizzo di filtri: l'eclissi potrà infatti essere ammirata anche ad occhio nudo o al massimo si può ricorrere anche a un semplice binocolo.

La notte del 16 maggio dunque ci regalerà due spettacoli straordinari in poche ore. Il primo sarà la Luna dei Fiori, ossia la luna piena di maggio, la più grande o meglio la più luminosa (e romantica) del mese. Non sarà proprio una Superluna (per questioni astrofisiche che neanche vi spieghiamo) ma per quello che vedremo noi le si avvicina tantissimo.

Ma perchè si chiama Luna dei Fiori? L'appellativo rivela l'animo gentile di questa luna. Merito dei nativi americani, e in particolare della tribù degli Algonchini che abitavano negli attuali Usa nord-orientali. Sono loro a chiamare la luna piena di maggio "Luna dei Fiori" per l’abbondanza dei fiori nel mese di maggio. In altre tradizioni è invece la Luna del Latte o Luna della Semina del Mais.

Ad ogni modo alla luna più romantica dell'anno si accompagnerà anche l'eclissi totale di Luna piena. Per alcune ore potremo così vedere la Luna rossa. Quando si verifica un eclissi lunare totale, il Sole, illuminando la Terra, genera la proiezione dell'ombra terrestre sulla Luna, che apparirà così rossa poiché questa sarà la sola componente, tra quelle della luce bianca, che la nostra atmosfera lascerà passare.

Per ammirarla però è richiesto un "piccolo sacrificio" (per chi ci riesce), ossia alzarsi a notte fonda, rinunciando a qualche ora di sonno. Come spiega Media Inaf, il notiziario dell'Istituto di astrofisica, il disco illuminato del nostro satellite naturale inizierà infatti a entrare nel cono di penombra proiettato dalla Terra alle 3.30 di lunedì 16 maggio.

L’eclissi inizierà alle 4.27, quando la Luna inizierà a entrare nel cono d’ombra che via via la oscurerà fino a raggiungere la totalità alle ore 6.11. Purtroppo in Italia seguire l’eclissi totale sarà praticamente impossibile, poiché nel frattempo la Luna scenderà verso l’orizzonte e in più, intorno alle 5.00, il cielo inizierà a illuminarsi per il sorgere del Sole sorgerà previsto alle 5.49.

Anche se parziale, è un evento speciale che ci regalerà comunque uno spettacolo "celestiale" che merita di essere seguito... Puntate la sveglia!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte: balarm.it