Streaming

27

Ott

Come a Londra, ma alla siciliana: nasce a Palermo il Club del Libro, l’idea di Simonetta Agnello Hornby

Attraverso l’iniziativa, un gruppo di donne si incontrerà periodicamente, per leggere e commentare un romanzo, sorseggiare una tazza di tè e gustare un buon dolce, possibilmente siciliano.

 L’idea nasce dalla redazione del giornale online www.atuttamamma.net. Mariastella Panepinto, giornalista professionista e direttrice di “A tutta mamma”, spiega: “La scorsa primavera, parlando con la scrittrice Simonetta Agnello Hornby, è venuta fuori l’idea del book club”.

“È stata Simonetta a propormi di creare a Palermo questo ”luogo” di incontro per donne di ogni età e fuori da qualsiasi categorizzazione. L’idea è quella di ispirarci ai book club londinesi, dove gruppetti di donne, appassionate di lettura, si incontrano ogni settimana, casa per casa, scelgono insieme un libro da leggere e da quel testo traggono spunto per parlare di loro”, aggiunge Panepinto. 

E prosegue: “Nascono confronti e confidenze che diventano di fatto una bellissima comfort zone per le partecipanti. Ho lanciato l’assist ad alcune care amiche e subito le dottoresse di Cardioneuroask hanno colto l’iniziativa e proprio da loro inaugureremo la serie di incontri letterari”.

Il calendario del Club del Libro di Palermo si preannuncia fitto, con numerose iniziative letterarie che andranno svelate strada facendo. Non saranno solo letture, ma anche presentazioni e laboratori. 

“Crediamo molto nel potere salvifico dei libri e siamo certi che un Club del Libro in salsa siciliana creerà incontri e confronti molto fruttuosi. Al momento abbiamo pensato a una cadenza mensile degli appuntamenti ed il programma è già definito fino a primavera. Ci incontreremo anche in biblioteche storiche, luoghi ricreativi per bambini, studi medici”, conclude Mariastella Panepinto.

Simonetta Agnello Hornby ha salutato il nuovo Club in un video: “Il book club è prezioso, è luogo di confronto e di conforto. L’amicizia in nome dei libri si sposta poi sul lato umano. Faccio parte da tanti anni di un book club a Londra ed è successo che dalla riflessione su un libro, le partecipanti riflettano su un loro dolore, lo condividono e trovano conforto e sostegno”.

“Auguro alle socie del book club palermitano di avere una solida amicizia letteraria e di scoprire, di volta in volta, la preziosità del club del libro”, conclude la scrittrice siciliana.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte: siciliafan.it