Studiopiù Sicilia

21

Giu

I dieci posti da vedere in estate in Sicilia: dalle spiagge (segrete) ai borghi sul mare

Tra tanti luoghi che abbiamo raccontato dell'Isola ce ne sono alcuni da non perdere e altri ancora da scoprire, lontani dalle rotte turistiche. Ecco la nostra piccola guida

La Sicilia va vissuta tutto l’anno ma d’estate c’è un po’ di tempo per scoprirla in tutto il suo splendore. Se ci siete già stati almeno una volta o due, potreste scegliere come meta delle vostre vacanze un piccolo borgo o una spiaggia poco battuta dal turismo di massa. Insomma, uno di quei luoghi defilati e incantevoli lontani dalle rotte turistiche. Se non ci siete stati allora c’è l’imbarazzo della scelta.

Tra tanti luoghi che abbiamo raccontato della nostra Isola ce ne sono alcuni da non perdere e altri ancora da scoprire, sconosciuti ai più (anche se adesso ve li sveliamo). Ecco la nostra piccola guida, dieci posti tutti da vivere.

Iniziamo da Oliveri (Messina), che si estende ai piedi di una rupe dove sorge il più antico castello medioevale della Sicilia, su una pianura dove cresce rigogliosa una ricca flora di piante sempre verdi. Potrete trascorrere un weekend o più giorni in una località balneare dal clima mite in tutte le stagioni dell'anno, che si affaccia sulla “Baia dei Miracoli”, di fronte alle isole Eolie. Relax e panorami mozzafiato non si faranno attendere.


Se ancora non siete proprio "siculi d'adozione" vi incanterà visitare Cefalù (Palermo), uno dei maggiori centri balneari di tutta la Sicilia e, nonostante le sue dimensioni, ogni anno attrae un grande flusso di turisti locali e non.

Tra i borghi più belli d'Italia, la cattedrale di Cefalù, insieme a quello di Monreale, è inserita inoltre nel circuito Palermo arabo-normanna che nel 2015 è stato dichiarato Patrimonio dell'umanità dall'Unesco.

Dalla perla Normanna vi portiamo poi nel luogo perfetto per conoscere, con grande semplicità, tutte le bellezze della sicilianità tipica della costa ionica. Un borgo pittoresco e fuori dal mondo.

Si tratta di un piccolo borgo a pochi chilometri da Acireale, tra calette rocciose e macchia mediterranea: si tratta di Pozzillo, "Pizziddu" il cui nome significa piccola punta o piccolo capo sul mare. Se amate atmosfere dove il tempo sembra rallentare fino a fermarsi, Pozzillo fa al caso vostro. Potrete passeggiare lungo il piccolo porticciolo e osservare le spiagge nere da un lato e la maestosità dell’Etna dall’altro.

A Porticello (Palermo) potrete entrare in contatto con la piccola comunità cresciuta intorno all’attività di pesca dell’antica tonnara di Solanto, una delle più antiche tonnare fisse dell’isola ed oggi hotel di lusso. Da non perdere assolutamente Santa Nicolicchia, un piccolissimo borgo di pescatori, nelle vicinanze del porto, dove il tempo sembra si sia fermato.

A pochi chilometri da Palermo, nei pressi di Trabia, c'è un piccolo paesino che vive principalmente di pesca, di agricoltura e di turismo, soprattutto in estate. Si tratta di San Nicola l'Arena (Palermo), un centro balneare ed è dotato di un incantevole porticciolo turistico.

Restando in zona c'è anche una le mete estive più gettonate ma che non perde il suo fascino anche in inverno. In questo video vi portiamo alla scoperta della piccola frazione di Santa Flavia, Sant'Elia (Palermo). Vi portiamo a visitare dall'alto la famosa caletta e la caratteristica casetta bianca sul mare. Andando verso la piccola cappella si può ammirare un paesaggio mozzafiato.

È sufficiente affacciarsi in uno dei punti panoramici del promontorio per restare colpiti dalla bellezza del paesaggio, una ricchezza che lascia davvero senza fiato. Stiamo parlando di Capo Milazzo, nel territorio appunto di Milazzo (Messina), la città siciliana dove la luce del sole dura di più.

E serve a mostrare ai fortunati visitatori percorsi naturalistici, come quello della Piscina di Venere, in cui le numerose specie botaniche, anche piuttosto rare, con i loro colori unici e profumi ammalianti, inebriano lungo il cammino.

Tra tutte, la Riserva alla foce dell'Irminio merita di essere inserita nella lista dei luoghi della Sicilia da visitare, in più di una stagione, e regalarsi così una giornata diversa dal solito. Macchia Foresta del fiume Irminio, il nome dice già tutto, rende subito l’idea del verde paesaggio boscoso che accoglie il visitatore in procinto di accedere a questa piccola riserva naturale, veramente minuscola, al confine tra i territori di Donnalucata e Marina di Ragusa.

Sul finire vi consigliamo di immergervi in quella che è ed è stata, soprattutto negli ultimi anni, una delle mete più gettonate per le vacanze in Sicilia. Marzamemi (Siracusa), delizioso borgo dei pescatori oggi diventata una località suggestiva, caratteristica e molto romantica che si trova tra Pachino e Noto.

In ultimo, ma non meno importante, vi consigliamo un "non luogo", o meglio gli angoli poco frequentati che vale la pena di conoscere se pace e tranquillità sono i vostri “must" immancabili.

Ecco quindi le cinque spiagge, tutte da scoprire e poco conosciute dalla massa e dunque poco affollate che, di questi tempi, è ancor di più un valore aggiunto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte: balarm.it