Streaming

11

Nov

Linea Verde dedica una nuova puntata alla Sicilia: si gira nella Costa del Mito

Al centro della puntata dello show condotto da Beppe Convertini e Peppone Calabrese, c’è la Costa del Mito, l’area archeologica più estesa al mondo con 150 km di spiagge.

Riflettori di nuovo accesi sulla Sicilia. Le telecamere di Rai 1 sono in questi giorni nell’area del Distretto Turistico Valle dei Templi, per raccontare ancora una volta al pubblico televisivo le bellezze e le eccellenze enogastronomiche agroalimentari di questo territorio. 

La puntata di Linea Verde dedicata alla Costa del Mito, condotta da Peppone Calabrese e Beppe Convertini, andrà in onda domenica 4 dicembre. 

“Siamo felici di avere ospite ad Agrigento la troupe di Linea Verde che da sempre documenta la bellezza delle parti più affascinanti d’Italia,  ed ancor di più perché il programma ha scelto di raccontare al pubblico la Costa del Mito e tutte le sue attrattive, spesso sconosciute ai più” commenta Fabrizio La Gaipa, amministratore della DMO Distretto Turistico Valle dei Templi. 

“Infine, desidero esprimere un sentito ringraziamento all’assessorato al Turismo della Regione Siciliana per la grande attenzione che, sin dalla presentazione ufficiale alla BIT di quest’anno, sta dedicando alla Costa del Mito”.

La Costa del Mito è l’area archeologica più estesa del mondo, con 150 chilometri di spiagge. Coinvolge diversi Comuni della Siciliaparchi archeologici, riserve naturali e l’area monumentale archeologica e paesaggistica più grande al mondo.

Si comincia dalla Valle dei Templi e si procede con Selinunte, Gela ed Eraclea Minoa. Per la viaggiatrice o il viaggiatore della Costa del Mito conta lo stato d’animo. Il viaggio comincia nella mente, ancor prima di partire, poiché sa quali esperienze intende vivere e quali emozioni provare.

Il mondo degli antichi Sicani incontra borghi ancora intatti, in cui scorre la vita lenta di gente semplice e ospitale. Coincide anche con chilometri di dune di sabbia finissima, di suggestive falesie di marna bianca a picco sul mare, come la leggendaria Scala dei Turchi.

La Costa del Mito è rito, tradizioni e racconto, ma è anche l’incrocio con la Strada degli Scrittori, con i luoghi e i romanzi dei più grandi autori del Novecento. A completare il tutto, ci pensano i migliori vitigni autoctoni e la gloriosa e storica pasticceria custodita in antichi monasteri.

La destinazione include anche le mete meno affollate della Sicilia, in cui l’esperienza degli incontri con persone e realtà, di condivisione di valori e saperi, avviene in modo spontaneo e senza intermediazioni. Si scoprono, così, le antiche arti della panificazione, dell’intreccio, del ricamo, della pasticceria, della ceramica, del corallo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte: siciliafan.it