Streaming

03

Ago

Mark Ruffalo a Palermo, anche “Hulk” sceglie la Sicilia per le sue vacanze

Vacanze a Palermo per l’attore Mark Ruffalo, avvistato durante un giro nel centro della città.

L’attore ha voluto rendere omaggio alle sue radici italiane, facendo tappa in diversi luoghi. La sua famiglia, infatti, è originaria del sud dell’Italia. Il nonno, Frank, era di Girifalco, in provincia di Catanzaro, quindi il papà ha origini calabrasi. La mamma, invece, ha radici italo-franco-canadesi. 

Difficile che una presenza come quella di Mark Ruffalo passasse inosservata, soprattutto agli occhi degli appassionati di cinema. Con non poco stupore, chi lo ha riconosciuto ne ha approfittato per fare un selfie. La star di Hollywood ha vissuto un’autentica esperienza da turista, con tanto di giro tra le bellezze della città di Palermo e foto a piazza Pretoria, nel cuore del centro storico. 

Per lui, non solo tappa in Sicilia, ma anche in un’altra isola: la Sardegna. Ha scelto, infatti, alcune località al di fuori dei circuiti del turismo “mainstream”, come Aritzo: in Barbagia si è divertito a lavorare l’impasto dei malloreddus e a realizzare la carapigna, cioè una celebre bevanda locale. 

Anche in Sardegna, dunque, ha optato per una vacanza alla scoperta delle bellezze architettoniche e delle tradizioni. A Sassari, ad esempio, ha visitato un negozio di abiti tradizionali: esperienze al di fuori del classici cliché delle star in vacanza, comunque distanti dalle località più mondane.

A conferma del fatto della sua volontà di rimanere lontano dai riflettori, quantomeno per le vacanze, il fatto che non abbia lasciato trapelare nulla attraverso i social, a differenza di molti suoi colleghi.

Una ricerca di riservatezza e privacy che gli ha permesso di godere ancora di più dell’incanto delle due Isole Maggiori dell’Italia, la Sardegna e la nostra straordinaria Sicilia. Un altro volto noto si aggiunge alla folta schiera di quelli presenti in quest’estate nella nostra regione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte: siciliafan.it