Streaming

05

Ott

Mondello capitale mondiale dello sport, tutto pronto per la Windsurfer World Championship

Da mercoledì 5 a domenica 9 ottobre, Mondello (Palermo) diventa capitale mondiale dello sport, con gli eventi della Windsurfer World Championship, i campionati del mondo che vedono in lizza quasi 400 velisti, in rappresentanza di 25 nazioni.

In programma, nella celebre borgata marinara di Palermo, regate delle specialità course-race (regate di flotta), slalom, freestyle e, in chiusura, domenica la Long-distance da Mondello ad Isola delle Femmine e ritorno. Il comitato di regia, spiega BlogSicilia.it, ogni giorni chiamerà in acqua i velisti, dettando i tempi e gli orari. 

Rispetto all’ultima edizione di Torbole, nel 2019, il numero di partecipanti è raddoppiato. A Palermo ci saranno anche 30 degli atleti che hanno preso parte alle ultime edizioni delle Olimpiadi e 50 velisti under 18. 

L’evento è organizzato dal club Albaria che, così, festeggia il suo 40esimo anno di fondazione (che ricade proprio nel 2022). Il club, presieduto da Alessandro La Monica, è al lavoro da mesi per lo svolgimento della rassegna. Il campionato del mondo è organizzato in sinergia con il circolo Roggero di Lauria e la società Mondello Italo-Belga, con il sostegno del dipartimento per lo Sport della presidenza del consiglio dei Ministri e l’assessorato al Turismo della Regione Siciliana.

Il golfo di Mondello, con la sua celebre spiaggia, è già pronto e allestito per ospitare gli appassionati e gli spettatori: saranno circa 650 tra atleti, delegati e accompagnatori. Fra i grandi nomi presenti, Chris Sieber, oro nel 2000 ai Giochi di Sidney, Stephan Van den Berg, oro a Los Angeles nel 1984 e settimo a Barcellona nel 1992, e Tim Gourlay vincitore a Torbole all’ultimo Mondiale del 2019. E, ancora, Paco Wirz e Riccardo Giordano, Antonino Cangemi, Paco Cottone, Adriano La Monica, Marco e Massimiliano Casagrande e Alessandro Alberti. 

Vincenzo Baglione, direttore tecnico dell’Albaria, ha raccontato a BlogSicilia come questo Mondiale vedrà una forte partecipazione internazionale e come, già nel 1992, Mondello è stata capitale del windsurf: “Abbiamo raccolto dall’Australia l’invito di ripetere quello che abbiamo organizzato 30 anni fa. Un mondiale Mistral – racconta Baglione – di cui ancora si parla”.

“Molti si ricorderanno di Alessia Marcuzzi e di personaggi che arrivarono per quell’evento. Abbiamo avuto una notevole partecipazione e ricordo che tutti sono venuti a proprie spese: non ci sono sostegni dalle federazioni. Ci sono 650 tra atleti e accompagnatori. E’ un numero che ci ha creato problemi: avevamo previsto 400 persone, ne spuntano oltre 650. Ringraziamo lo stabilimento dell’Esercito che ci aiuterà ad allestire il tutto”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte: siciliafan.it