Studiopiù Sicilia

29

Ott

Porti qualcosa e dormi gratis in un B&B: cosa fare in Sicilia per la "Settimana del baratto"

I bed and breakfast affiliati all'iniziativa barattano un soggiorno in cambio di beni o servizi. Ecco quali sono le regole per potere partecipare al progetto turistico

La "Settimana del Baratto" giunge alla dodicesima edizione: si potrà pernottare in una delle strutture ricettive aderenti all'iniziativa proponendo un baratto fra beni e servizi utili ai Bed&breakfast.

La manifestazione si svolge dal 16 al 22 novembre 2020: i bed and breakfast che aderiscono all'iniziativa barattano il soggiorno in cambio di beni o servizi.

In Sicilia sono tre le città che aderiscono all'iniziativa: Palermo con 11 strutture, Catania con 6 strutture e Siracusa con 7 strutture.

Se vuoi partecipare alla "Settimana del Baratto" ecco quali sono i passaggi da fare:

1. Scegli la località che vorresti visitare digitandola sulla barra di ricerca o scorrendo il menù delle regioni.

2. Una volta scelta la struttura che fa al caso tuo contatta il gestore dal modulo nella pagina del B&B e proponi il tuo baratto. Attendi una risposta nella tua email.

3. Consulta la lista dei desideri dei gestori aderenti alla Settimana del Baratto e verifica se tra di essi ne esiste uno o più che fanno al caso tuo. Controlla a quali B&B corrisponde il desiderio che puoi onorare e, se ti piace la struttura, proponiti come ospite in cambio del bene o servizio richiesto.

4. Inserisci la tua proposta di baratto nel sistema: se qualche gestore sarà interessato al bene o servizio che proponi verrai ricontattato.

Per partecipare all'iniziativa basta consultare l'elenco delle strutture affiliate sul sito web "Settimana del baratto".

«Quest’anno - si legge in un comunicato stampa dell'organizzazione - "la Settimana del Baratto" cascherà nel pieno della seconda ondata di contagi da Covid, tanto in Italia che, ancora peggio, negli altri paesi. Se si potrà viaggiare, tuttavia, non approfittare di questo spazio d’evasione a costo zero, sarebbe un vero peccato.

L'autunno e l'inverno rappresentano l'ultimo tratto di quel lungo tunnel che è già durato otto mesi. Bisognerà resistere e percorrerlo fino in fondo e alla fine.

Ci auguriamo, per questo, che la settimana del baratto possa consentire a molti, e soprattutto a chi non ha potuto viaggiare precedentemente, di spezzare questa lunga traversata e poter affrontare la parte di strada che resta con animo più sereno».

 

 

 

 

 

 

 

Fonte: balarm.it