Studiopiù Sicilia

27

Giu

Rosso la bottega dei bottoni ha riempito Picanello: 700 persone in piazza per assistere alla commedia inclusiva

Domenica sera lo spettacolo dell’associazione Guardastelle organizzato dal gruppo Scout Catania 9 ha aperto i festeggiamenti della Madonna della Salute. Grande partecipazione e ed emozione tra gli spalti.
Enorme successo per lo spettacolo “Rosso la bottega dei bottoni” dell’associazione
Guardastelle. La commedia inclusiva organizzata dal gruppo scout Catania 9, che domenica sera ha
aperto i festeggiamenti della Madonna della Salute proposti dall’omonima parrocchia, ha
emozionato un pubblico di 700 persone, tra grandi e piccini, nella piazza antistante la chiesa di
Picanello. Una scelta politica chiara quella di portare in un quartiere periferico e spesso
abbandonato dalle istituzioni (come l’invasione della spazzatura di questi giorni conferma) uno
spettacolo che parla di disabilità e inclusione. Ha fatto gli onori di casa, in rappresentanza degli
scout del Catania 9, la capo gruppo Annalisa Nicolosi. “Ringraziamo tutti coloro che hanno scelto di
esserci stasera – ha dichiarato - l’associazione Guardastelle e tutto il comitato dei festeggiamenti
della parrocchia Madonna della Salute. sono sicura che i giovani attori che stasera solcheranno
questo palco e il loro spettacolo inclusivo entreranno nei vostri cuori”. La bottega dei bottoni
raccontata domenica sera in piazza Madonna della Salute contiene una infinità di bottoni, ognuno
diverso dall’altro: sono talmente tanti da esserci un bottone perfetto e diverso per ognuno di noi e
per ogni situazione. Un chiaro parallelismo con la diversità che abita il mondo, che non deve
essere un ostacolo bensì un valore aggiunto per la crescita della società. Una società in cui non ci
sia più bisogno di parlare di inclusione non perché si ignorino le persone con disabilità, ma perché
la disabilità, la diversità, entri definitivamente a far parte di ciò che si considera normalità. L’unico
modo per creare questa società è quello di farci avvolgere da un simbolico filo rosso, che
attraverso l’amore riesce ad unire tutte le diversità proprio come un unico filo può unire mille
bottoni diversi. Standing ovation al termine dello spettacolo per i giovani attori che hanno portato
in scena la commedia. “Voglio fare un caloroso ringraziamento – ha dichiarato Paolo Filippini,
presidente dell’associazione Guardastelle, a margine dello spettacolo – agli scout del Catania 9.
Grazie perché credete in quello che facciamo e perché anche voi, come noi, tenete sempre aperte
le porte a tutte le diversità che popolano il mondo”. Al termine dello spettacolo anche il parroco
della Madonna della Salute, Salvatore Cubito, ha detto la sua: “Rosso la bottega dei bottoni è uno
degli spettacoli più belli e commuoventi che abbia mai visto. Il messaggio di questo spettacolo è un
messaggio fortemente cristiano, che ci vuole vedere tutti amarci gli uni gli altri, adoperandoci per
mettere in pratica questo insegnamento”.