Studiopiù Sicilia

04

Mar

Siciliani a Sanremo 2021: al Teatro Ariston c’è tanta Trinacria

Il Teatro Ariston vedrà tanto protagonisti della nostra isola.

L’edizione 2021 di Sanremo ha un cuore siciliano. Sono numerosi, infatti, i protagonisti provenienti dalla nostra isola sul palco del celebre Teatro Ariston. L’edizione in corso è sicuramente particolare, perché stravolge la classica impostazione che abbiamo sempre visto: ci vuole proprio un po’ di calore siculo, per portare il sole anche al Festival della Canzone Italiana. Ma chi sono i Siciliani a Sanremo? Partiamo subito da un dettaglio molto importante: non sono soltanto tra i cantanti in gara, ma sono anche tra gli ospiti e tra gli addetti ai lavori. Siamo certi del fatto di avervi già incuriosito con questa piccola introduzione: è il momento di saperne di più. 

Cominciamo proprio dai cantanti in gara (vogliamo lasciare le vere chicche all’ultimo!). I siciliani sono Colapesce (al secolo Lorenzo Urciullo), Dimartino (Antonio Di Martino), Dario Magiaracina (una metà del duo La rappresentante di lista) e Davide Shorty. Proprio Colapesce e Dimartino, con il brano “Musica Leggerissima”, sono tra i favoriti di questa edizione di Sanremo. Lorenzo Urciullo viene dalla provincia di Siracusa (Solarino), Antonio Di Martino da Palermo, così come Davide Shorty, in gara con la canzone “Regina”. Stessa area geografica per Dario Mangiaracina che, insieme a Veronica Lucchesi (originaria di Viareggio) forma il duo “La Rappresentante di Lista”: i due si esibiranno con il brano “Amare”. Questi, dunque i Siciliani a Sanremo, per quanto riguarda la gara. Ma non finisce qui. 

Alla conduzione del Festival di Sanremo 2021 ci sono Amadeus (siciliano d’adozione) e Fiorello (siciliano doc). Ancora, tra gli ospiti ci sarà Roy Paci, altro autentico siciliano. Originario di Augusta accompagnerà Fulminacci nella serata delle cover, nell’esibizione del brano “Penso positivo” di Jovanotti. Tra gli ospiti ci sarà anche il celebre trio de “Il Volo”, per due terzi siciliano: Piero Barone viene da Naro (Agrigento), mentre nelle vene di Ignazio Boschetto, nato a Bologna, scorre sangue marsalese. Chiudiamo la rassegna dei siciliani a Sanremo con due vere e proprie chicche: il direttore di palco del Festival, da oltre 35 anni, è il siciliano Pippo Balistreri, mentre il pianista dell’orchestra dell’Ariston è il siciliano Claudio Storniolo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte: siciliafan.it